Anche i giornali si pagheranno con Tinaba: l'accordo con SNAG Milano
pagare con lo smartphone nelle edicole

pagare con lo smartphone nelle edicole
 
Un tocco sullo schermo dello smartphone, e si esce dall’edicola con il giornale (o la rivista) sottobraccio. Nell’edicola del futuro non scompaiono i quotidiani, ma solo le monete. È questo l’obiettivo dell’accordo ufficializzato durante la Milano Digital Week tra Tinaba e SNAG (Sindacato Provinciale Autonomo Giornalai) Milano, per promuovere i pagamenti digitali con la App nelle edicole metropolitane e della provincia.
 

Le edicole diventano avanguardia

della digitalizzazione

«Le edicole sono tutt’ora custodi della informazione di qualità – ha spiegato Matteo Arpe, Amministratore Delegato di Tinaba, in occasione dell’incontro di apertura della Digital Week a Edicola 2.0 Bistrot in compagnia di Alessandro Rosa, presidente di SNAG Milano – noi vogliamo trasformarle in una avanguardia della digitalizzazione, facendole diventare un terminale di conoscenza sul territorio per gli editori. Tra gli obiettivi del nostro accordo c’è anche quello di riavvicinare i giovani alla lettura dei quotidiani».
 

Si comincia a Milano,

poi nel resto d’Italia

Sono già una ventina le edicole del capoluogo lombardo in cui è possibile acquistare con la App Tinaba, come sempre senza costi di commissione, in vista di una futura diffusione anche nel resto del Paese. Le prime due edicole a entrare nel futuro dei pagamenti digitali sono state Edicola 2.0 Bistrot del City Life Shopping District ed Edicola 2.0 di Corso Garibaldi 83, dove gli utenti Tinaba hanno potuto provare l’innovativa esperienza d’acquisto con la App per tutta la durata della Digital Week.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.