Mercati in pillole - Tinaba
Mercati in pillole

I mercati azionari si sono presentati ai nastri di partenza mettendo a segno una settimana di rimbalzo, frenando così la discesa di fine anno.

Ad incidere positivamente soprattutto l’atteggiamento più «espansivo» da parte della Federal Reserve, che sembra intenzionata a praticare un rialzo dei tassi di interesse moderato.

La crescita resta infatti sostenuta e sopra al potenziale, anche se le ultime rilevazioni sembrano meno brillanti del previsto. In particolare un po’ più pessimisti si sono mostrati essere gli indici dei direttori degli acquisti, che anticipano un ritmo di investimenti meno sostenuto. A pesare certamente le incertezze soprattutto a livello globali.

In questo senso, le aspettative di rialzi sui tassi, misurati dai future sui Fed Fund, sono scese.

A questo punto si comincia a prezzare un nulla di fatto nel prossimo meeting di gennaio (30/01/19). Tutto ciò, ha indotto un po’ di volatilità sul dollaro. Anche se la prospettiva di un incontro costruttivo tra le autorità commerciali USA e Cinesi, hanno riportato un po’ di calma. Tutto ciò dopo che, in particolare, Apple aveva creato disappunto tagliando le stime sulle vendite del 2019, in riferimento soprattutto al mercato cinese.

L’apertura di ITunes ai device Samsung, sembra, in questo senso, un ulteriore tentativo di limitare i danni, aprendo un po’ di più la piattaforma.

Una Fed meno determinata sui tassi e dati di minori Rig (pozzi), in calo per la prima volta nell’ultimo mese, hanno inoltre favorito un recupero sensibile del prezzo del petrolio. Poco mosse, invece, le altre materie prime. Anche l’oro nonostante la volatilità sia collassata.

Strategia

La fine del 2018 ha mostrato segnali di liquidazione degli attivi rischiosi («mani deboli»). Wall Street ha fatto segnare uno dei peggiori trimestri degli ultimi anni (-16% S&P500 nel Q4). Ad inizio anno si sono intravvisti alcuni flussi in entrata da parte dei grandi investitori («mani forti»), che sembrano poter assecondare tentativi di rimbalzo in un contesto di incertezza. Gli elementi di svolta per giustificare un bull market non ci sono ma senza nuove delusioni, c’è spazio per fasi di stabilità nelle quali mantenere un atteggiamento di accumulo sulla debolezza di attivi con valutazioni attraenti (i.e. Azionario Globale, Subordinati di qualità).

Fonte: Profilo Investment Advisory

 

Conosci il nuovo servizio Investimenti di Banca Profilo in Tinaba?

Fai una simulazione

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.