Mercati in pillole - Tinaba
Mercati in pillole

Settimana di debolezza per le principali piazze finanziarie globali con gli indici europei che mostrano una maggiore resistenza alle perdite rispetto a quelli americani nonostante l’ufficializzazione della bocciatura della manovra del governo italiano da parte della Commissione UE. D’altra parte l’evento era certo da tempo e il mercato l’ha scontato nelle scorse settimane. Ma la recente apertura del Governo Italiano all’Unione Europea, disponibile ora ad un abbassamento del target del 2,4% del rapporto deficit/Pil del 2019, ha disteso il clima di tensione a Piazza Affari che si porta in terreno positivo.

 

Wall Street, invece, archivia la seduta abbreviata del Black Friday in territorio negativo appesantita dal crollo dei prezzi del petrolio che ha penalizzato i titoli Oil e da un clima di nervosismo per i possibili sviluppi delle relazioni Usa-Cina al G20 di questa settimana che si terrà a Buenos Aires.

Seduta volatile nel segno della cautela sulle borse asiatiche: pesano il diffondersi di timori sul rallentamento dell’economia mondiale, le aspettative di tassi in rialzo negli Usa e la ripresa delle dispute commerciali fra Cina e Stati Uniti.

Il dollaro tiene i guadagni e scambia a quota 1,13. Stabile la Sterlina dopo l’approvazione della bozza di accordo sulla Brexit da parte dell’UE, lo scoglio resta però l’approvazione del Parlamento UK, prevista per l’11 dicembre, per la quale al momento non sembrano esserci numeri.

Il petrolio ha subito in settimana un calo di quasi il -10% ed è in discesa da ben 7 settimane consecutive. A prevalere sono i timori per il peggioramento dell’outlook globale, nonostante le attese di un taglio dell’offerta a seguito del prossimo meeting Opec del 6 dicembre.

Strategia

Basta poco per portare denaro lì dove le Borse sono più «tirate». Il caso italiano è, in questo senso, emblematico così come le schermaglie ad intermittenza tra USA e Cina sulla guerra commerciale. Non fossimo in una fase matura del ciclo si potrebbero sfruttare meglio alcune valutazioni decisamente basse su singoli nomi. In ogni caso, crediamo che ci siano le premesse per costruire un po’ di rendimento, in questi mesi, su storie un po’ più globali.

Fonte: Profilo Investment Advisory

Conosci il nuovo servizio Investimenti di Banca Profilo in Tinaba?

 

Fai una simulazione

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.